fbpx

Comprare un cucciolo dall’estero: cosa devi sapere

Comprare cuccioli dall'estero è un processo delicato da compiere in sicurezza. Se non vuoi commettere errori, leggi i nostri consigli in questo articolo!

Hai intenzione di importare cuccioli dall’estero e ti stai chiedendo cosa c’è da sapere e quali importanti accorgimenti dovresti prendere per evitare le truffe?

Sono tanti gli elementi che si devono tenere bene a mente prima di scegliere di adottare un animale, ovunque esso si trovi. Comprare cane all’estero significa dover prestare massima attenzione a tutta una serie di passaggi, per evitare di imbattersi in situazioni scomode, illegali o addirittura pericolose per i nostri amici cuccioli.

Fondamentale è conoscere tutti gli step da seguire, in modo tale da svolgere il tutto in completa sicurezza.

Importare cucciolo dall’estero: questione di razza? 

La decisione di comprare cuccioli dall’estero è spesso dettata dal desiderio di scegliere una razza in particolare, che difficilmente si trova nel Paese in cui si vive. Sono tantissime, infatti, le razze canine non allevate in Italia, dunque comprendere come comportarsi in questi casi è sicuramente importante.
Se il cucciolo che hai scelto si trova in una nazione facilmente raggiungibile, il consiglio è di recarsi personalmente sul posto e visitare l’allevamento dove si intende fare l’acquisto. In questo modo, avrai modo di vedere con i tuoi stessi occhi le condizioni della struttura e constatare lo stato in cui i cani sono cresciuti e nutriti. Per non parlare della buona impressione che l’allevatore si farà di te: presentarsi di persona è sempre un ottimo inizio.

La scelta di recarsi nell’allevamento selezionato è vantaggiosa anche per avere l’opportunità di porre le domande che si reputano più opportune, per avere un primo e ravvicinato contatto con il cucciolo, dandogli modo di non sentirsi troppo confuso o spaesato quando sarà il momento di portarlo a casa.

Comprare cane all’estero: informazioni e visite

 Lo sappiamo, molto spesso basta una foto in cui il cucciolo si presenta dolcissimo e già ci si scioglie il cuore. Tuttavia, prima di adottare un cane all’estero è essenziale avere a disposizione quante più informazioni possibili.
Se hai problemi a raggiungere direttamente l’allevamento, prima di telefonare pensa bene a tutte le domande che vorresti porre, in modo tale da non rischiare di rimanere con dubbi irrisolti.
Sei interessato a prendere un cane in un’organizzazione di difesa degli animali? Devi sapere che i controlli delle case in cui i cuccioli andranno a vivere sono piuttosto frequenti: i rappresentanti dell’organizzazione vengono ad osservare le condizioni dell’abitazione, per assicurare ai nuovi ospiti uno spazio che sia il più accogliente possibile.

La visita ti permette di conoscere ancora di più l’organizzazione e di approfondire la questione dell’adozione.

Attenzione al traffico illegale di cuccioli

Importare cuccioli dall’estero significa anche rischiare di imbattersi in gente disonesta che, invece di prendersi cura degli animali e trattarli come si deve, li maltratta e li considera come merce, dando vita a indecenti traffici illegali di cuccioli.

Al giorno d’oggi, prenotare un qualsiasi cucciolo sapendo sin da subito i costi e tutto ciò che riguarda il cane è fattibilissimo, bastano giusto un paio di click! Purtroppo, però, fin troppo spesso a gestire il sistema di acquisto sono persone senza troppi scrupoli. Ci sono diverse strutture in cui i cani sono tenuti in condizioni igienico-sanitarie a dir poco terribili, tali da comportare tutta una serie di malattie che fanno soffrire i cuccioli, portandoli, nei casi peggiori, alla morte.

Il nostro consiglio è evitare di comprare animali domestici online. Dietro a molti annunci che si trovano nel web ci sono vere e proprie truffe, un modo per estorcere denaro senza dare nulla in cambio.

Allevatore serio o truffatore?

 Sono due i segnali che ti aiutano a capire se hai a che fare con un venditore onesto e affidabile: un allevatore serio tratta al massimo due o tre razze diverse. Le cucciolate normalmente vengono fatte due o al massimo tre volte l’anno, così da non sforzare le mamme.
Diffida, invece, da chi si occupa costantemente e per tutto l’anno di cucciolate delle razze più svariate e diffida anche dei costi eccessivamente bassi: è probabile che dietro ad annunci del genere ci siano allevamenti illegali oppure vere e proprie truffe che puntano a spillare denaro con scuse più o meno verosimili (una classica è quella dell’animale bloccato in aeroporto, con il finto venditore che chiede ancora soldi per sbloccare la pratica).

Importare cucciolo dall’estero: la documentazione

 Prima della partenza, il tuo nuovo amico a quattro zampe dovrà essere sottoposto a controlli e visite dal veterinario, per poi ottenere un certificato di salute e un documento che attesta sverminazione e vaccinazioni.
In alcuni casi, è necessario effettuare un test per quelle che vengono chiamate “malattie del Mediterraneo”. Informarsi su tutte le possibili patologie legate a un determinato Paese è sicuramente consigliato, così come richiedere la preparazione di un documento che attesti i controlli per le malattie in questione.
In Italia, il cucciolo deve avere almeno 3 mesi e 21 giorni per poter viaggiare senza problemi e legalmente. Si tratta di una questione per niente di poco conto, perché il cane che ha raggiunto l’età prestabilita è già stato vaccinato contro la rabbia, step fondamentale per viaggiare in territorio europeo.

Non dimenticare il Passaporto UE per il tuo cucciolo, contenente il numero dei chip e tutti i documenti relativi alle vaccinazioni somministrate.

Insomma, per comprare cuccioli dall’estero gli step da seguire sono tanti ma basta farlo con attenzione e cura, informandosi il più possibile e preparandosi ad ogni evenienza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto